Gli operatori di Le Fa e Gio lavorano da oltre 20 anni nell’ambito della didattica e delle attività educativo-ricreative, credono fermamente nel valore del gioco, della lettura e dell’esperienza come strumento di crescita personale e sociale.In altre parole, non stanno mai fermi, girano, curiosano, leggono, giocano, parlano, viaggiano, ma tornano sempre a casa, per contagiare con entusiasmo bambini e bambine altrettanto curiosi.

Punto vendita specializzato in giocattoli e libri per bambini

Corso Umberto I, 31
42018 San Martino in Rio (RE)

lunedì / sabato: 9.00-12.30 16.00-19.30
Chiuso il giovedì pomeriggio.

Per fornire un’adeguata consulenza si consiglia a educatori e insegnanti di richiedere un appuntamento.

Email: info@lefagio.it

Milena Semellini

Dopo la laurea in Scienze dell’Educazione a Bologna ha frequentato un corso di perfezionamento sul gioco a Padova.

Si è formata professionalmente presso la Biblioteca Ragazzi-Ludoteca “Piccolo Principe” di Correggio (RE) svolgendo attività di gioco e di laboratorio e presso il Museo dell’Agricoltura e del Mondo Rurale di San Martino in Rio occupandosi soprattutto di didattica museale.

Ha deciso di fondare con un’amica, tra l’altro con lo stesso nome, LE FA GIO (Leggere Fare Giocare) e di aprire un negozio specializzato di libri e giocattoli per bambini perché sintesi, espressione e valorizzazione dei rispettivi saperi ed abilità. Tant’è vero che LE FA GIO è diventato sinonimo di “LE 2 MILENE”!

Milena Paterlini

Con la laurea in Lingue e Letterature Straniere Moderne a Bologna ha capito che con i libri ci avrebbe voluto lavorare da grande, e che per tornare a Bologna ogni scusa è buona. Fortunatamente lì ogni anno c’è la Fiera del libro per ragazzi!

Con il Master per bibliotecari di Padova e l’esperienza presso la Biblioteca Ragazzi-Ludoteca “Piccolo Principe” di Correggio (RE) ha capito che con i libri l’infanzia avrebbe continuato a lavorare molto volentieri.

Con LE FA GIO ha capito che non ha mai abbastanza tempo libero per leggere fare e giocare come vorrebbe.

Non ha ancora capito come si gioca a scacchi!